Liturgia


 
 
RENDERE GRAZIE
 
"Altre barche erano giunte da Tiberìade,
vicino al luogo dove avevano mangiato il pane,
dopo che il Signore aveva reso grazie" (Gv 6,22-29)

“Dopo che il Signore aveva reso grazie

 che modo interessante di fare memoria del prodigio dei pani!
Una pennellata originale che Giovanni ci offre, per aprirci gli occhi.
I pani distribuiti alla folla dipendono
dall'offerta di un ragazzo
e dal rendimento di grazie.
Ringraziare fermenta la vita,
concima le nostre giornate,
irriga i cuori,
dilata le gioie,
allarga le possibilità.
Ringraziare è generativo.
Quando apri gli occhi al mattino, ringrazia.
Quando mangi colazione, ringrazia.
Quando ti metti a studiare, ringrazia.
Quando entri al lavoro, ringrazia
Quando incontri qualcuno, grazie!
Quando ti rialzi dopo una caduta, grazie!
Quando non perdi la speranza, grazie!
Quando alzi gli occhi verso Dio, grazie!