Dentro il Carisma...


 
OGNI SANTO GIORNO
 
 
 
 
  
“Vivete contente dell’impiego che vi hanno affidato applicandovi diligentemente, con intelligenza e amore”. (Massime dell’obbedienze fedeltà alla grazia, 5)
 
Ogni santo giorno, in diverse occasioni mi ritrovo ad essere proiettato nel futuro o completamente rapito dai miei pensieri, tradendo miseramente il momento presente! E’ come se la vita, le cose, gli impegni, fossero tutti un problema da risolvere o come se ci fosse il miraggio di poter trovare il meritato riposo solo dopo aver compiuto una serie di cose che puntualmente, quotidianamente si moltiplicano inesorabilmente!
In alcuni momenti di lucidità mi accorgo di essere finito nella trappola del “correre” perché così finisco prima, così avrò più tempo per me, potrò dedicarmi un periodo di riposo! Correndo però perdo la visibilità di dove sono, dove mi trovo, quello che sto facendo, chi c’è intorno a me. Vedo solo quello che devo fare e i mezzi che mi servono per raggiungere il mio obbiettivo e così tutto e tutti diventano  “oggetti” utili al mio scopo.
A volte l’intera giornata lavorativa, un impegno giornaliero, un incarico diventa un grande tunnel in cui entro la mattina ed esco la sera, rintontito e spaesato. Privo di forze e incapace di donare qualcosa, ammesso che abbia la capacità di vedere o riconoscere il bisogno di chi mi sta intorno, attendo di arrivare a casa desiderando solo il letto e la televisione, un po’ di riposo prima di ricominciare la corsa il giorno dopo.
Nel fare tutto questo non vivo “contento dell’impiego che mi hanno affidato”, né mi applico con “intelligenza e amore”.  
Questo meccanismo ripetitivo e meccanico lo posso e lo devo rompere. Se dentro di te percepisci il desiderio di vivere una vita piena ma la quotidianità ti stronca, la buona notizia è che puoi vivere una vita piena anche quotidianamente!
Il segreto è vivere il presente! Si, proprio così: vivere presente al presente!
Vivere costantemente a contatto con te stesso, con i tuoi sentimenti, con la tua ragione. A contatto con i tuoi bisogni, con le persone che la vita ti mette accanto con “intelligenza e amore”, prendendoti cura di loro: i tuoi colleghi, tua moglie, la tua fidanzata, fidanzato, i tuoi figli.
Chi vive il presente amando è paziente, è perseverante, è mite, è povero di tutto, è puro, è misericordioso. E’ capace di gesti straordinari, è pieno di energia. Sa ascoltare, gioire con chi è contento e piangere con chi è nella tristezza. Sa sollevare, aiutare, comprendere!
Chi ama vivendo nel presente sa compiere la volontà di Dio! Solo vivendo il presente posso compiere la volontà di Dio perché riesco a cogliere le ispirazioni sue, quello che mi chiede attraverso la sua Grazia. E so che quello che mi chiede è profondamente il mio vero bene e di chi frequenta la mia vita. La pienezza della vita è forse vivere il presente amando.