Liturgia


 
MA TU STAI ALLA MIA PORTA
 
 
 
Il tempo che avanza inesorabile ci parla del Signore che si fa vicino, sempre più vicino.
Ma questa Sua vicinanza ci viene ricordata ad ogni celebrazione eucaristica, che è la festa del Dio-con-noi, del tempo superato e abbracciato da Lui che è presente fino alla fine del mondo.
Signore, alla tua mensa
divido con te il pane della tenerezza e della forza,
il vino della letizia e del sacrificio,
la parola di sapienza e della promessa,
la preghiera del ringraziamento
e dell'abbandono nelle mani del Padre.
Il tempo che è passato con te
sia che mangiamo sia che beviamo
è sottratto alla morte.
Adesso, anche se è lei a bussare,
io so che sarai tu ad entrare;
il tempo della morte è finito.
Abbiamo tutto il tempo che vogliamo
per esplorare danzando
e iridescenti tracce della Sapienza dei mondi.
E infiniti sguardi d'intesa
per assaporarne la Bellezza.
 
(preghiera del Cardinale Martini)