Home Page


            
     LECTIO DEL MESE: Aprile 2018     
Tutta la notte reggono. Poi tracollano pure loro, ma mica dormono: si mettono in cammino. Guardale: “Al mattino presto esse si recarono al sepolcro”. Potenza delle donne; camminano scalze con i profumi in mano “portando con sé gli aromi che avevano preparato”(Lc 24,1). E’ un piccolo particolare ma Luca,...(continua)
 
     LITURGIA:  Da chi andremo, Signore? 
“Da chi andremo, Signore? Solo Tu hai parole di vita”, eppur sempre la strada ci porta a fuggire dal monte di sangue. 
Il sepolcro ha pesante la pietra e il tuo fianco è squarciato per sempre:
...(continua)
 
     ARTE & LITURGIA:  Il buon Pastore 
Novantanove volte su 100, nell’immaginario di ciascuno quella del buon pastore, nell’arte, è l’immagine di colui che lascia 99 pecore sicure per cercarne una sola; e, dopo averla recuperata, se ne torna con lei in spalla o in braccio. Che cosa può giustificare il successo di tale immagine? Il lieto fine? ...(continua)
 
     NEWS: La classe di Noah 
All’inizio di aprile, Beatrice Inguì, 15 anni, si butta sotto un treno, nella stazione di Torino, probabilmente perché vessata oltre misura dal bullismo di chi vedeva in lei solo il suo aspetto; nei giorni scorsi, a Napoli, invece, Giada De Filippo, venticinquenne, si getta da un terrazzo...(continua)
 
     NEWS: Cristo sì, con la sua Chiesa 
È un viaggio a due quello che si sta dipanando sotto i nostri occhi in questa stagione ecclesiale. Da una parte Papa Francesco che, con un fiuto profetico sopraffino, ha preso ago e filo e si è messo a ricucire una memoria preziosa: Bozzolo, Barbiana, Alessano e Molfetta....(continua)
 
     Dentro la notizia:  La vocazione nasce con un: "E disse" 
Ad un amico.
E disse: "Seguimi!"...
Si scontravano correnti contrapposte e flutti imponenti... E poi fu bonaccia. La calma dopo la tempesta. Eppure terrorizzava di più quella brezza leggera,
... (continua)
 
     Dentro il Carisma: L'offerta di noi stessi 
Così si chiude il libretto degli Esercizi scritto da sant’Ignazio: “Prendi, o Signore, e accetta tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che ho e possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, lo ridono. Tutto è tuo: tutto disponi secondo la tua piena volontà. Dammi il tuo amore e.... (continua)
 
   INforma INcomunione                              n. 01/2018